Struttura

Servizio Sociale Professionale Aziendale

Struttura in staff
Coordinatore
dott.ssa Maria Grazie Bresich
Staff

Assistenti Sociali: dott.  A. Allemanddott.ssa P. Bossetti, dott.ssa G. Cozzo, dott.ssa R. Dipace, dott.ssa E. Fasolo, dott.ssa A. Gedruschi, dott.ssa L. Magnaghi, dott.ssa A. Panzani, P. Sacco, R. Volta

Segreteria Amministrativa: Patrizia Mellone

Di cosa ci occupiamo

Il Servizio Sociale Professionale Aziendale svolge attività di consulenza e supporto professionale in modo trasversale a tutti i Dipartimenti Aziendali, promuovendo strategie per l’integrazione tra il sistema sanitario e sociale aziendale, e quello socio-assistenziale degli Enti Gestori del territorio, con particolare attenzione alle fasce di popolazione fragile (anziani, minori, donne, stranieri ecc.).

Agisce in stretta collaborazione con la Continuita’ Ospedale – Territorio e Assistenza alla Fragilità per l'attività del Nucleo Ospedaliero di Continuità Cure e del Nucleo Distrettuale di Continuità delle Cure definendo modelli organizzativi mirati a garantire la continuità assistenziale nel passaggio dei pazienti dall’Ospedale al Territorio; in particolare è garantita la collaborazione per le attività delle Commissioni territoriali (U.V.G. - Unità Valutative Geriatriche, U.M.V.D. - Unità Valutative Multidimensionali) per le valutazioni di anziani e disabili allo scopo di favorire l’utilizzo dei percorsi di presa in carico più appropriati. Inoltre sono garantiti interventi nei servizi specialistici rivolti a persone affette da patologie psichiatriche e affette da dipendenze patologiche.

Continuità assistenziale”: in tale ambito confluiscono tutte le esigenze di risposta ai bisogni di persone adulte e anziane con situazioni di non autosufficienza, che attualmente vengono prese in carico attraverso i percorsi di valutazione multidimensionale del bisogno (UVG e UMVD); in questa area vanno inseriti gli interventi sotto specificati:

  • PUA (Punto Unico di Accesso) - per la gestione dei percorsi di presa in carico dei pazienti dimessi dall’Ospedale e che hanno necessità di un supporto sociale per la risoluzione delle problematiche legate alle difficoltà di rientro al proprio domicilio;

  • CAS (Centro Accoglienza Servizi) – per il supporto in caso di criticità personale e/o familiare dei pazienti oncologici;

  • Hospice di Arona - per la gestione dei rapporti familiari e dei bisogni assistenziali dei pazienti ricoverati;

  • Cure Palliative (che operano in stretta collaborazione con l’Hospice) - per le situazioni di particolare fragilità;

  • CDCD (Centro Diagnosi Cura Demenze) - quale componente effettivo dell'équipe multidisciplinare che stabilisce il percorso terapeutico del paziente che accede all'ambulatorio;

  • Presidio Ospedaliero di Borgomanero – per i pazienti afferenti all’ambulatorio violenze e per pazienti che richiedono l’individuazione di percorsi sul territorio a volte non facilmente riconducibili a quelli già codificati per gli anziani o i disabili.

Minori”:  in tale ambito confluiscono tutte le esigenze di risposta ai bisogni assistenziali della fascia di popolazione dell’età evolutiva e delle famiglie, nello specifico:

  • CONSULTORI – per il supporto sociale nei casi di problematiche dell’area della maternità (interruzioni volontarie di gravidanza, consulenza su risorse del territorio rivolte alle mamme single ecc.) per creare un’interfaccia con altri servizi territoriali di altri enti;

  • NPI (Neuropsichiatria Infantile) – per la presa in carico di minori e delle loro famiglie anche in relazione a problematiche di tipo scolastico.

Adulti”: in tale ambito confluiscono tutte le esigenze di risposta ai bisogni di persone adulte con problemi di tossicodipendenza, alcool dipendenza, patologia psichiatrica, disabilità, nello specifico:

  • SER.D. (Servizio per le Dipendenze) – per le attività di servizio sociale professionale relative a pazienti con problemi di dipendenza da sostanze stupefacenti illegali, alcool, gioco patologico;

  • D.S.M. (Dipartimento di Salute Mentale) – per le attività di servizio sociale professionale relative a pazienti affetti da patologie psichiatriche.

Il Servizio Sociale Aziendale inoltre:

  • concorre all'attuazione di progetti condivisi con il Volontariato e il Terzo Settore per iniziative di solidarietà, di sensibilizzazione della comunità, di educazione alla salute;
  • collabora alla stesura di PDTA/protocolli ecc.;
  • cura l'acquisizione, l'organizzazione e l'invio dei dati di competenza secondo quanto previsto dall' Azienda e dalla Regione Piemonte (PIA);
  • collabora con le Università nella gestione di stages e di tirocini teorico-pratici di studenti del corso di laurea di 1° livello e di Laurea Magistrale in Servizio Sociale
Telefono
0321374545
Email
serviziosociale@asl.novara.it